Notizie alimentari


Notizie utili sugli alimenti e sui cibi che troviamo ogni giorno sulle nostre tavole.






ACETO BALSAMICO DI MODENA

L'aceto balsamico Tradizionale di Modena (Emilia Romagna):
quest'aceto è nato nell'antico ducato estense, diversi secoli fa.
Si ottiene da un misto di uve selezionate che subisce poi il processo di acetificazione ed invecchiamento in botti di legno pregiato.
Le particolari uve, il clima e il territorio conferiscono all'aceto un particolare aroma di dolcezza, con un profumo delicato e una densità inconfondibile.
Ogni anno, in maggio, Modena festeggia questo prezioso prodotto con diverse manifestazioni nel centro della città.

BRUNCH

E' una parola inglese, che riunisce i termini colazione, e cioè brekfast e pranzo, ovvero lunch. BR(eksfast) + (l)UNCH.
Si tratta quindi di un pasto che raggruppa colazione e pranzo in una sola volta. Comincia non prima delle 11 del mattino almeno fino alle 4 del pomeriggio.
E' nato negli Stati Uniti negli anni '70, si è allargato in tutto il mondo e si è italianizzato in molte città.

BURRO
E' un grasso che si ottiene dalla panna, la quale, a sua volta di ricava scremando il latte vaccino. La panna viene pastorizzata, quindi separata dal siero e infine lavorata fino a diventare una massa omogenea e malleabile.
Qualunque sia il tipo di burro scelto, deve avere un leggero aroma di nocciola ed essere omogeneo, non spezzarsi e non presentare grumi.
Si conserva in frigorifero, ben chiuso nella sua confezione, perché tende ad assorbire aromi ed odori. Si può tenere anche nel congelatore, ad accezione di quello salato, diviso in porzioni o al massimo in pezzi da 250 grammi, in questo modo si può conservare per 8 mesi.

LE VARIETA'

BURRO DI AFFIORAMENTO

Caratteristiche: è prodotto con la panna salita spontaneamente in superficie. E' il migliore e ha un buon sapore caratteristico, ma irrancidisce piuttosto facilmente poiché a base di latte non pastorizzato.
E' molto adatto per condire a crudo.

BURRO DI CENTRIFUGA
Caratteristiche: è lavorato con latte pastorizzato e flora batterica selezionata, garantisce una maggiore durata, ma ha un sapore meno caratteristico e più livellato, adatto per cucinare.

BURRO SALATO
Caratteristiche: è poco diffuso sul mercato italiano. E' prodotto aggiungendo del sale in percentuali variabili alla massa di lavorazione. Le pietanze per le quali viene utilizzato vanno assaggiate prima di salarle.

BURRO CHIARIFICATO
Caratteristiche: è il burro privato della caseina e dell'acqua e quindi è un prodotto molto concentrato, di grande resa. Ha inoltre il vantaggio di avere un punto di fumo alto, brucia cioè solo a temperature alte, come l'olio di oliva.
Per ricavare il burro chiarificato è necessario fondere a bagnomaria del burro tagliato a pezzetti e far colare via la parte grassa affiorata in superficie e ormai separata da quella acquosa sul fondo.
Si conserva in frigorifero per molti mesi e si utilizza per friggere e per cotture prolungate.

CIOCCOLATO
Il cioccolato è un alimento realizzato mescolando pasta di cacao e zucchero.
A questi ingredienti vengono aggiunti, nei diversi tipi di cioccolato, altri alimenti come latte, miele, confetture e frutta secca.
Il cioccolato, per la presenza di teobromina, ha effetto stimolante: per questo è consigliato per favorire il rendimento fisico e intellettuale.
Può causare allergie e stitichezza.
Il cioccolato viene comunemente venduto in tavolette confezionate, destinate al consumo diretto e all'uso in cucina e in pasticceria.
Secondo una recente normativa europea il cioccolato può essere prodotto sostituendo il burro di cacao, che è il grasso naturale del cacao, con altri tipi di grassi vegetali, come olio di palma, olio di cocco e burro di karatè. Può essere di diverse qualità.

LE VARIETA'

CIOCCOLATO AL LATTE
Caratteristiche: è il cioccolato più comune sul mercato, utilizzato soprattutto per il consumo diretto. Deve contenere almeno il 25 per cento di cacao, almeno il 14 per cento di materie derivate dal latte, e almeno il 55 per cento di zucchero.
E' permessa l'aggiunta di burro di caco, il grasso naturale del cacao.

CIOCCOLATO BIANCO
Caratteristiche: è un prodotto preparato con il burro di cacao che deve costituire almeno il 20 per cento del prodotto, latte o sostanze derivate per almeno il 14 per cento, e zucchero, almeno il 55 per cento.

CIOCCOLATO BIOLOGICO
Caratteristiche: il cioccolato di agricoltura biologica è prodotto con ingredienti provenienti da sistemi di agricoltura che non usano sostanze chimiche durante la lavorazione.

CIOCCOLATO DIETETICO
Caratteristiche: è un cioccolato prodotto senza zucchero, destinato a chi soffre di diabete o ha livelli di glicemia alti.

CIOCCOLATO FONDENTE
Caratteristiche: è il cioccolato più semplice, perché composto solo da cacao e zucchero.
Oltre che per il consumo diretto è indicato per la preparazione di dolci. Si classifica a seconda della percentuale di cacao e burro di cacao.

CIOCCOLATO FONDENTE COMUNE
Caratteristiche: è composto dal 35 per cento di cacao e 65 per cento di zucchero.

CIOCCOLATO FONDENTE
Caratteristiche: è composto dal 43 per cento di cacao e 57 per cento di zucchero.

CIOCCOLATO FONDENTE EXTRA
Caratteristiche: è composto dal 45 per cento di cacao e 55 per cento di zucchero.

CIOCCOLATO GIANDUJA
Caratteristiche: è prodotto a base di cioccolato e nocciole. Deve contenere una quantità di nocciole tritate finemente tra il 20 e il 40 per cento del peso.

CIOCCOLATO RIPIENO
Caratteristiche: è costituito da un involucro di cioccolato che racchiude altro cioccolato, oppure biscotti, frutta, miele o creme.

CIOCCOLATINI
Caratteristiche: sono piccoli dolci a base di cioccolato. Possono essere preparati con solo cioccolato, mescolando le diverse qualità. Più spesso sono arricchiti con creme, pasta di mandorle, liquore o altro.

COUS COUS
E' una preparazione a base di granelli di farina di semola di grano duro, di origine araba.
Quello precotto è velocissimo da preparare. Si trova facilmente in tutti i supermercati, in genere è confezionato in scatole da 500 grammi e può essere fine, medio o grosso, a seconda delle dimensioni dei granelli.
Per la preparazione attenersi alle indicazioni sulla confezione. Si può usare al naturale, o, una volta gonfio, passarlo per qualche minuto in padella con una noce di burro, mescolando e tenendo il fuoco basso.

Ricette da provare

  • Insalata di couscous
  • Insalata di couscous con verdure

  • FARINA DI GRANO 00


    TABELLA NUTRIZIONALE
    per 100 grammi di farina di grano 00
    Magnesio 120 mg
    Omega 3 40 mg


    FARINA DI MAIS
    A seconda del grado di macinatura la farina di mais si divide in:

    FARINA DI MAIS BRAMATA
    Caratteristiche: più grossolana, è adatta a polente sode.

    FARINA DI MAIS A MACINATURA MEDIA
    Caratteristiche: un po' più fine della precedente, è migliore in polente morbide, a cui aggiungere altri ingredienti, come verdure e formaggi.

    FIORETTO
    Caratteristiche: è a grana molto fine ed è indicata per polente molto morbide, panatura e dolci da forno.

    FARINA DI MAIS BIANCO
    Caratteristiche: esiste anche una farina di mais bianco, molto fine.

    TABELLA NUTRIZIONALE
    per 100 grammi di farina di mais
    Magnesio 120 mg
    Omega 3 250 mg


    FARINA DI SEGALE
    La farina di segale ha un buon contenuto di lisina, un aminoacido essenziale, di sui sono carenti quasi tutti i cereali.
    Il pane di segale, specialità valdostana, viene preparato con la farina di segale pura o unita a farina di grano, ha la forma classica della pagnotta di pane. Ha colore scuro, con la croce intagliata nella parte superiore.
    Il sapore è aromatico, con un retrogusto dolce.

    LATTE VACCINO SCREMATO

    TABELLA NUTRIZIONALE
    per 100 grammi di latte scremato
    Calcio 130 mg


    LATTE DI CAPRA

    TABELLA NUTRIZIONALE
    per 100 grammi di latte di capra
    Calcio 130 mg

    MIELE

    Il miele è il prodotto ottenuto dalla trasformazione del polline dei fiori raccolto dalle api e successivamente depositato nelle celle dell'alveare.
    Assume caratteristiche differenti a seconda delle diverse tipologie di piante o di fiori da cui prende origine. Anche il colore varia dal bianco quasi trasparente al bruno molto scuro; il profumo può essere più o meno aromatico.
    Anche la specie di ape che effettua la raccolta può influenzare le caratteristiche.
    Se sono presenti molti cristalli di zuccheri, per cui il miele non appare più fluido significa che probabilmente è stato prodotto da tempo e il contenuto di vitamine è ridotto, inoltre l'etichetta deve riportare sempre il tipo di fiore o di pianta da cui il miele è ottenuto.
    Deve essere conservato in un luogo fresco e asciutto, per evitare che assorba l'umidità, che lo farebbe ammuffire.
    Alimento zuccherino. è nutriente e facilmente digeribile, indicato per gli sportivi, i bambini e le persone deboli. Ha anche proprietà lassative.

    LE VARIETA'
    MIELE DI ACACIA
    Caratteristiche: dal gusto dolce.

    MIELE DI ARANCIO
    Caratteristiche: dal gusto dolce.

    MIELE DI CASTAGNO
    Caratteristiche: dal gusto amarognolo.

    MIELE DI CORBEZZOLO
    Caratteristiche: dal gusto amarognolo.

    MIELE MILLEFIORI
    Caratteristiche: dal gusto dolce.

    TABELLA NUTRIZIONALE
    per 100 grammi di miele
    Calorie 304
    Proteine 0,6 g
    Lipidi 0 g
    Glucidi 80,3 g
    Fibre 0 g
    Sodio 0 g

    MOSTARDA

    E' composta da frutta mista candita, immersa in uno sciroppo di zucchero, aromatizzato con la senape.
    Numerose sono le varianti della mostarda.

    LE VARIETA'
    MOSTARDA DI CREMONA (LOMBARDIA)
    Caratteristiche: è un prodotto tipico della tradizione cremonese.
    Le origini della mostarda sono antichissime: negli scritti romani erano già presenti citazioni di salse a base di miele, frutta conservata e senape.
    Platina (1421 – 1481) di Cremona illustra nel suo libro l'uso della senape nelle vivande e il modo di conservare la frutta nel miele.

    MOSTARDA DI MANTOVA (LOMBARDIA)
    Caratteristiche: è fatta solo con fettine di mele candite e senapate.

    MOSTARDA LUGURE
    Caratteristiche: è composta di solo uva e mele.

    MOSTARDA TOSCANA
    Caratteristiche: si differenzia perché, oltre all'uva bianca e nera, vengono aggiunte anche mele, pere, vino e cedro candito.

    MOSTARDA DI CARPI (EMILIA ROMAGNA)
    Caratteristiche: è particolare perché, oltre agli ingredienti tradizionali contiene anche castagne secche, mandorle e cioccolato.

    OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

    L'olio extravergine d'oliva e l'olio di oliva sono elementi molto versatili. In cucina, infatti si prestano ad essere utilizzati sia a crudo che a cotto.
    A crudo si accompagnano bene a insalate, verdure lessate, salse, minestroni e zuppe.
    Grazie alla buona resistenza alla temperatura, l'olio di oliva è ottimo anche per le cotture a calore moderato e per le alte temperature, come nel caso di fritture.
    La sua composizione assicura inoltre un'ottima digeribilità.
    In Liguria sono numerosi gli ulivi che si affacciano sul mare, nelle caratteristiche terrazze. Il pregiato olio ligure ha conquistato il riconoscimento DOP (Denominazione d'Origine Protetta).

    LE VARIETA'
    OLIO DELLA RIVIERA DI PONENTE
    Caratteristiche: l'olio della Riviera di Ponente è fra i più delicati.

    OLIO DELLA RIVIERA LEVANTINA
    Caratteristiche: quello della Riviera Levantina è più fruttato e deciso e si accompagna bene con verdure e insalate.

    OLIO DI LINO
    L'olio di lino contiene omega 3 in grandi quantità.
    Un cucchiaino da tè al giorno, aggiunto crudo agli alimenti soddisfa completamente il fabbisogno giornaliero ed è tutt'altro che sgradevole.
    Ha un solo inconveniente: costa di più dell'olio di oliva, in compenso se ne consuma molto meno.

    PAIN D'E'PICES

    E' un prodotto particolare, dalle origini antiche, molto noto nei paesi del nord Europa.
    E' a base di farina di segale, miele e spezie.
    La farina di segale ha un buon contenuto di lisina, un aminoacido essenziale, di cui sono carenti quasi tutti i cereali.

    PANGRATTATO

    TABELLA NUTRIZIONALE
    per 100 grammi di pangrattato
    Magnesio 150 mg
    Omega 3 70 mg

    RUM

    Si produce lavorando la canna da zucchero raccolta nei primi giorni dell'anno.
    Un tempo la raccolta si svolgeva a mano, oggi invece il procedimento è meccanizzato. Dopo la pressatura, il primo succo ottenuto viene fatto fermentare. La fase successiva è quella della distillazione.
    In passato il rum veniva chiamato "Tafia" dai militari e dai marinai.

    YOGURT

    TABELLA NUTRIZIONALE
    per 100 grammi di yogurt
    Calcio 180 mg

    ZUCCHERO

    TABELLA NUTRIZIONALE
    per 100 grammi di zucchero
    Calorie 400
    Proteine 0 g
    Carboidrati 100 g
    Grassi 0
    Fibre alimentari 0
    Sodio 0

    Iscriviti alla Newsletter


    ...ricevi GRATIS le nostre ricette nella tua casella di posta.




    Scrivi il nome del tuo ingrediente per trovare la ricetta



    Tutte le ricette presenti su questo sito possono essere utilizzate solo per scopi personali dai nostri visitatori. In nessun caso si può farne uso senza un nostro preventivo ed esplicito consenso per scopi di lucro, per la pubblicazione su altre pagine web o su editoriali, libri o giornali. Qualunque uso non autorizzato sarà perseguito secondo i termini di legge. Gli originali di tutte le foto sono conservati presso di noi e saranno utilizzati in sede di controversie per provarne la proprietà e l'esclusivo utilizzo.
    Norme sulla privacy